Il fascino del rilassamento

Maria Hartmann, Physiotherapeutin, Eutin

Riassunto

Il rilassamento non è possibile a comando. Rilassamento ha un significato soggettivo diverso per ogni singolo individuo. Se Voi stessi siete tesi, angosciati o agitati, non riuscirete ad aiutare i Vostri figli a rilassarsi. Anzi, questi stati d’animo si trasferiscono sui bambini. Ma se emanate tranquillità e rilassatezza, anche queste si trasferiscono sui bambini. Considerate tutto ciò come avventura in cui vi è molto da scoprire. CreateVi pause per rigenerarVi, permettete al vostro corpo di ritrovare la calma. Non abbiate solo pazienza con il Vostro bambino, bensì anche con Voi stessi. Solo così potrete attingere assieme, dal ritrovato stato di pace e di rilassamento, lo stimolo e la forza per nuove e stimolanti esperienze.

La parola magica in questo contesto si chiama “ritmo“. Ritmo significa cambio di tensione. Alternanza tra riposo e movimento, forte e basso volume, alternanza tra concentrazione e rilassamento. Ma ritmo significa anche periodicità. Sapersi preparare al subentrare di avvenimenti ripetitivi che si ripresentano sempre in un momento predefinito. Un musicista lo chiamerebbe “timing”, io definisco questo concetto con il termine “rituale”. In quante famiglie vi sono ancora rituali comuni? Riportate i rituali nella Vostra famiglia! Ecco qui alcuni esempi:

Almeno un pasto al giorno lo si dovrebbe consumare in tranquillità e assieme a tutta la famiglia. In tal modo date al Vostro bambino la possibilità di riferire sulle esperienze fatte e su cosa lo ha tenuto impegnato, il che gli permette anche in un certo senso di elaborare ciò che ha vissuto. Introducete un rituale fisso per il saluto e il congedo: per esempio con le parole “give five” (battersi a vicenda sui palmi delle mani).

Abbracciarsi forte una volta al giorno, non importa se come rituale di saluto oppure al momento di augurarsi la buona notte. Venire abbracciati significa percepire se stessi, il proprio corpo. Percepire se stessi significa allontanarsi dai numerosi stimoli visivi e acustici che riattivano i sensi intristiti.

Stabilite una regola fissa: o che dopo la scuola è consentito sempre per prima cosa giocare o che al contrario si devono prima fare i compiti. Decidete Voi per il Vostro bambino, aiutandolo in tal modo a dare una struttura alla sua giornata!


Movies